el tenebrozo

venerdì 17 febbraio 2017

GasStationHouse - First Family run (travelogue)




Ore 10 circa, alla vecchia GasStationHouse c'è fermento Gianluca è da poco arrivato dal vicino porto di Livorno, dopo che il traghetto è approdato dalla sardegna; mentre dal nord Zank si è messo in strada molto presto per arrivare in orario, sbattendosene delle temperature proibitive dell'alba.
Cesar è al suo primo vero appuntamento da quando si è rimesso sotto il culo un ferro, sulla quale Jimbo "the real king of welder" ha forgiato una sissy XXL, ed è per questo che alla fine gli è stato perdonato il solito ritardo da shovelizzato.


  Il Guru della scena underground locale
Mr. Cesar



 il vecchio capo indiano dopo aver invocato gli spiriti benevoli
lascia la scena, è tempo di tuonare verso sud

 

 A Monteriggioni Gabriele suona la campanella di fine ripresa,
vino e panino sono quel che ci vuole.


 nell'attesa fuori dal bar dell'orso non ti vedi arrivare un pick-up familiare......Ghelo di Anvil's Disciplies è dei nostri.



 al confine sud della Toscana bisogna chiedere informazioni 
per puntare verso Poderi di Montemerano

 Inversione a U e via verso la meta

 il Tenente come sempre è friendly
ed apre una carrellata di foto in strada












 i vitigni di morellino dominano le colline


 durante il "moto" bisogna sempre fare il pieno
che sia benzina o brezzone, mai rimanere a secco!



 
 si vede che è elettrizzato al pensiero


 All'arrivo tutti veniamo rapiti da una sensazione, c'è qualcosa di positivo nell'aria, di fatto il nostro sesto senso non si è sbagliato: dentro al covo alle nostre spalle abbiamo passato una notte tra il camino, dove la griglia lavorava a nastro, il pianoforte, che non ha mai smesso di suonare, ed il bancone del bar sempre ben fornito.
Ma non corriamo troppo, infatti, appena lasciati i bagagli siamo ripartiti con la missione di scovare una fonte termale in piena campagna, abbiamo girovagato per un pò, ma una volta atterrati sul campo giusto abbiamo testato i benefici delle fonti termali in notturna.




 freddissimo fuori,
caldissimo dentro.

 Stay wild




 E come hanno insegnato a Jimbo da piccino 
"il mare mette fame",
vi dico solo che qualcuno ha anche fatto uno 
spuntino di tordi alle 3 del mattino.







 penso che abbiamo fatto quasi le 5 del mattino, un paio d'ore
 per ricaricare le pile ed affrontare il viaggio 
di ritorno sono state fondamentali.

 La Domenica di buon mattino tutti freschi come le rose 
e pronti per rimetterci in marcia....
.....a parte una spintina per rimettere in moto il mio 1200





 Un grazie di cuore a Gianluca, 
proprietario della locanda Laudomia giù
a Poderi di Montemerano (GR),
per averci fatto stare bene ed aver fatto serata con noi.




Follow 
"una barba lunga un viaggio"
&
support the

GasStationHouse